il viaggio continua
Il viaggio continua
Autore: PLASTINO Corrado Categoria: Autori di Decollatura, Ebook Editore: StreetLib Pubblicato: 2020 ISBN: 9788835879152 Pagine: Luogo di pubblicazione: Milano
Descrizione:

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e, se possibile, dire qualche parola ragionevole (Goethe).

Indice delle poesie contenute nel volume (ebook):

  • Il viaggio continua
  • Nebbia nella testa
  • Il provino
  • Amorfo
  • I giganti
  • Presenza
  • Protesta
  • Etichette
  • Zitto
  • Spazio
  • Ironia
  • Mediocre
  • Corri ragazzo
  • Tempo
  • Pregiudizio
  • Ragazzi
  • Chiamata
  • Città
  • Lacrime
  • Le belle persone
  • Solitario
  • Capire
  • Tentacoli
  • Qualcuno si è perso
  • Ai margini
  • Fedeli
  • Senza pietà
  • Pre giudizio
  • Trasferta
  • Esordio
  • Passeggiata di sera
  • Continuare a giocare
  • Salata
  • Eccentrico
  • Viaggio
  • Pomeriggi
  • Ignoto
  • Racconti
  • I primi scritti
  • Fermata
  • Culistro
  • Il partito
  • Distruzione
  • Andare via
  • Vestito
  • Casa
  • Attesa
  • Compagno
  • Visioni
  • Tornei
  • Ebete
  • Consenso
  • Ammissione di colpa
  • Lingua
  • Villaggio
  • Traditi
  • Il campo di cemento
  • Guida
  • Educazione
  • Finalmente capire
  • Sbagliare. Ancora.
  • Identità
  • Tornare
  • Il fiume
  • Domenica
  • Strada
  • Crepuscolo
  • Ritorno
  • Il viaggio continua

Quella che segue è una delle poesie di Corrado Plastino che l’Editore offe al lettore come anteprima:

Il viaggio continua
Di stazione in stazione
viaggio con la mente
che non si vuole fermare
e segue un percorso scomposto.

Andare e venire e andare di nuovo
senza mai arrivare
perché forse non voglio arrivare,
ora no.

Luoghi non luoghi, mentali,
reali per me, solo per me.

Stazioni di vita
che vita non hanno,
se non per me.

Ma tu che avrai
i miei versi viaggianti
che vanno di stazione in stazione,
tu che salirai sul treno
che segue il percorso scomposto,
tu che senza biglietto
avrai il privilegio di andare
e di non arrivare,
perché anche tu non vuoi arrivare,
non ora,
seguimi.

Le stazioni di vita
che vita non hanno,
i versi viaggianti
che vanno
senza sapere dove,
prima o poi arrivano
dove voglio farli arrivare.

E mi mettono nudo,
capotreno di me stesso,
ti mettono nudo,
viaggiatore che vede un arrivo
ma non sa come arrivare
perché, forse, non vuole arrivare.