La festa per il 40° anniversario del Liceo Scientifico di Decollatura

I primo 40 anni del Liceo Scientifico di Decollatura.

di Giuseppe Musolino.

Nel 2008 ricorreva il 40° anniversario dell’istituzione del Liceo Scientifico Statale di Decollatura. Non era un evento da lasciar passare in silenzio anche perchè coincideva con il 50° anniversario della morte di Don Luigi Costanzo, uomo di cultura e sacerdote decollaturese cui l’istituto è intitolato.

Locandina 40° anniversario del Liceo

Per entrambi i motivi, già da molto tempo prima, mi ero attivato presso il dirigente scolastico in servizio, il prof. Giovanni Martello, per organizzare una manifestazione che ricordasse degnamente entrambi gli avvenimenti.
La prima cosa che ho fatto è stata quella di ricostruire la sequenza degli eventi che portarono all’istituzione del Liceo: i tempi, i protagonisti, gli atti, i testimoni. Fra i testimoni, naturalmente, c’ero io stesso e c’erano i miei compagni, avendo io frequentato il Liceo fin dal secondo anno della sua istituzione.
Furono anni memorabili, naturalmente, collocati intorno al fatidico 1968 quando, sebbene in ritardo rispetto al resto dell’Italia e del mondo, anche da noi giungevano i venti del cambiamento.

La seconda cosa poi è stata quella di rintracciare quanti più personaggi legati alla nascita e alla storia del Liceo fosse possibile. Occorreva recuperare i nominativi e i numeri di telefono, contattarli, verificare la disponibilità per un determinato periodo, e così via. Il contatto più toccante è stato quello con la prima preside del Liceo autonomo, la prof.ssa Roma Foti Bilotta, cui tutti siamo rimasti legati per il rapporto che aveva saputo creare con noi studenti. L’ex preside, pur avendo qualche problema di salute, ugualmente non volle mancare all’appuntamento. Contattai molti docenti, almeno quelli di cui ero riuscito a recuperare il numero di telefono, ex presidi, ex alunni, familari dei personaggi legati alla soria del Liceo e di Don Luigi Costanzo, e poi gli ex alunni fra cui i miei carissimi compagni di classe.

Infine, l’11 novembre 2008, si svolse nei locali della nuova sede del Liceo la tanto attesa manifestazione. Il programma iniziò con il saluto istituzionale di benvenuto da parte del Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Martello cui seguirono quelli delle autorità intervenute e cioè S.E. Mons. Luigi Cantafora, Vescovo della Diocesi di Lamezia Terme, il Sindaco di Decollatura,  Arch. Mario Perri, il Vicepresidente della Giunta Regionale prof. Domenico Cersosimo, il Presidente della Comunità Montana dei Monti Reventino, Tiriolo e Mancuso Giacomo Muraca, il Vicepresidente della Giunta Provinciale Maurizio Vento. L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro — è doveroso ricordarlo — stanziò un contributo di 1000 € a favore dell’Istituto per affrontare parte delle spese sostenute.
Seguirono due relazioni introduttive, necessarie per tornare indietro di 40 anni e per conoscere i protagonisti di una grande storia.

La prima è stata la mia, dal titolo I primi 40 anni del Liceo Scientifico di Decollatura, accompagnata dalla proiezione sul grande schermo appositamente allestito di fotografie e documenti. Nell’intervento avevo ricostruito le tappe attraverso cui si arrivò all’istituzione della scuola e di coloro che diedero il contributo più rilevante.
Ecco le immagini che ho fatto vedere quel giorno:

E’ seguito poi il contributo dell’amico prof. Alessandro Perri che ha rievocato la figura di Don Luigi Costanzo con una relazione dal titolo Don Luigi Costanzo: l’uomo, il sacerdote, lo studioso. Durante la sua relazione ho proiettato numerose immagini per far conoscere meglio il personaggio ricordato.
Per avere qualche immagine inedita di Don Luigi, della sua casa e delle sua cose, avevo contattato gli attuali proprietari di quella che fu la casa Costanzo — ubicata nel borgo di Adami, frazione di Decollatura — i quali con grande cortesia mi consentirono di scattare le fotografie che si possono vedere nella sequenza che inserisco qui di seguito:

Poi seguirono molti interventi da parte delle autorità presenti, del Vescovo, degli ex dirigenti scolastici, ex docenti, ecc.
Seguì poi la cerimonia della consegna delle bellissime targhe in metallo serigrafato a tutti quelli che hanno contribuito alla nascita e alla crescita del Liceo Luigi Costanzo.

Dal punto di vista personale mi ha molto commosso, come già detto, l’incontro con la prima preside del Liceo, la prof.ssa Roma Foti. Il suo arrivo all’inizio della cerimonia è stato un momento molto particolare per me, i miei compagni di classe e i professori che l’avevano conosciuta: non la vedevamo da oltre 25 anni eppure in un attimo i ricordi si affollarono nella mente e tutti l’abbracciammo affettuosamente.
L’altro momento particolarmente significativo per me è stato quando ho consegnato la targa ricordo ai figli del prof. Attilio Bonacci, ex sindaco di Decollatura, che fu il vero artefice dell’istituzione del Liceo. La sua tenacia nel chiedere al Ministero l’istituzione della scuola — come di vede dai documenti che ho mostrato quel giorno — è durata molto a lungo ma alla fine il sogno si è realizzato. I figli Federico e Francesco, miei amici d’infanzia, si sono anch’essi commossi nel vedere che c’è ancora qualcuno a ricordare i meriti di un sindaco che non c’è più da qualche anno e che troppo presto è stato dimenticato.

Attilio Bonacci, 1979

Attilio Bonacci, 1979

La targa consegnata portava la dicitura:

In ricordo del prof.  Bonacci Attilio, “già Sindaco di Decollatura e promotore dell’istituzione del Liceo”

Le targhe sono state poi consegnate a tutti gli ex dirigenti scolastici presenti che hanno prestato servizio nel Liceo.

Altri riconoscimenti sono andati alle Amministrazioni che in un raro esempio di sinergia hanno contribuito alla costruzione della nuova sede del Liceo in Via Stazione.
In particolare alla Povincia di Catanzaro che ha stanziato la somma necessaria per la costruzione, al Comune di Decollatura che ha acquistato e messo a disposizione l’area di circa due ettari e alla Comunità Montana che ha stanziato la somma necessaria per la progettazione sono andate le targhe con la motivazione

Per il fondamentale contributo all’istituzione del Liceo  e alla costruzione della nuova sede

E’ seguita poi quella consegnata ai rappresentanti della famiglia di Don Luigi Costanzo in occasione del 50°  anniversario della sua scomparsa avvenuta nella sua casa natale di Adami in Decollatura il 23 luglio 1958.

Targhe speciali sono andate, tra gli altri, a Costanzo Beatrice,  “Prima diplomata del Liceo Scientifico“, a Eugenio Vescio, “Competenza e impegno al servizio della Scuola”, al prof. Giuseppe  Musolino  per la relazione “I primi 40 anni del Liceo Scientifico di Decollatura” e al prof.  Alessandro Perri per la relazione “Don Luigi Costanzo: l’uomo, il sacerdote, lo studioso”.

Targa

La manifestazione è andata ancora avanti con la consegna di riconoscimenti a quanti hanno contribuito in vario modo alla crescita dell’Istituto e, poi, un momento tutto dedicato agli ex studenti del Liceo, che in definitiva sono il vero patrimonio della storia di una scuola.
L’idea mi era venuta dall’iniziativa che si era tenuta l’anno prima presso l’Università della Calabria di Cosenza, la consegna delle Lauree d’Argento della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali ai laureati da più di 25 anni. La stessa cosa ho organizzato per i diplomati del Liceo che avevano conseguito il diploma da più di 25 anni e quindi entro il 1983.
Un attestato “speciale” è stato consegnato da S.E. il Vescovo Cantafora alla signora Rina Volpe e al marito Pino Tramonti come prima coppia di studenti del Liceo uniti in matrimonio.

Diploma d'Argento del Liceo

 

Per poter preparare per tempo gli attestati avevo attivato una casella di posta elettronica ove gli interessati potevano preannunciare la propria presenza e, in aggiunta, si era attivato il “passaparola”.
Le adesioni sono state numerose, tenuto anche conto degli impegni di lavoro e di quelli familiari, e così quel giorno tanti ex compagni di classe si sono ritrovati.
Baci, abbracci, saluti con i ritrovati ex insegnanti ed ex presidi. Molti si sono dati appuntamento per il pranzo prenotato per la fine della manifestazione.

Qui ho raccolto un po’ di fotografie della giornata. Chi c’era potrà ricordare l’evento e gli altri avranno testimonianza di come si è svolto il tutto.

Dopo la manifestazione, ci siamo ritrovati in tanti, per lo più appartenenti alle tre prime classi costituite nel Liceo, al ristorante Cardel che per l’occasione aveva preparato un menù speciale (che allego…).

Menu

Bellissima conclusione, con tanti “Ti ricordi?” e la promessa di ritrovarsi. Quando?
Se non prima, dico io, nel… 2018 per festeggiare i 50 anni del Liceo e assegnare i diplomi d’Argento ai diplomati entro il 1993.


Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>